Manuel Consigli, chitarrista, compositore, didatta, autore e traduttore suona la chitarra dall’età di 6 anni. Nel suo percorso artistico ha approfondito molti generi musicali, dalla musica classica a quella popolare, dalla canzone d’autore al rock, dai ritmi indiani alla musica brasiliana, dai canti arcaici della Sicilia al reggae, dai canti della tradizione ebraica alla musica contemporanea, dalla chitarra degli zingari manouche al jazz, fino alla libera improvvisazione. 

È un profondo conoscitore della chitarra e delle tematiche dell’improvvisazione. Diplomato Jazz Master in chitarra moderna, Armonia Funzionale e Arrangiamento per orchestra con Filippo Daccò, ha poi approfondito gli studi con Pat Martino, Jim Hall, Joe Diorio, Augusto Mancinelli, Sandro Gibellini.

Dal 1990 svolge l’attività di musicista professionista, suonando nei jazz club, nei locali e nelle rassegne di musica e collaborando come strumentista o arrangiatore con musicisti, attori, danzatori e artisti.

La grande passione per la didattica della chitarra, e una più che ventennale esperienza d’insegnamento, gli hanno dato la possibilità di lavorare con allievi di ogni età e di seguire la crescita professionale di alcuni di loro.

Grazie all’esperienza diretta con gli allievi e a una profonda conoscenza della bibliografia didattica, ha maturato nel corso degli anni una metodologia originale che sintetizza in modo organico e funzionale i migliori insegnamenti dei maestri che ha conosciuto, integrandoli con le tematiche che riguardano gli aspetti mentali, fisici ed emozionali coinvolti nell’attività musicale.

Il metodo innovativo a cui ha dato il nome di Guitar Mindfulness è il segno distintivo della G.M. Jazz Academy, scuola fondata da Manuel Consigli e sede di masterclass sui temi dell’arrangiamento per chitarra e dell’improvvisazione.

È l’autore della Nuova Edizione degli “Studi didattici per chitarra jazz” di Filippo Daccò pubblicata da “Edizioni Curci”, il testo è fra i vincitori del “20 Greatest Jazz Books 2010” l’ambito riconoscimento assegnato da Jazzit (una delle più prestigiose riviste italiane di Jazz). Nella recensione di Jazzit il testo viene definito come “ uno dei migliori testi per chitarra jazz mai pubblicati”.

Mia chiamo Mauro e sono un liutaio,  ho 41 anni e suono la chitarra dall’età di 16 anni.

Ho fatto una ricerca su internet e già il nome di Manuel non mi era nuovo, tra video didattici di vari chitarristi professionisti , quelli che mi hanno colpito di più per semplicità e chiarezza sono stati proprio quelli di Manuel Consigli, che con una semplicità disarmante riesce a spiegare concetti abbastanza complessi. 

Dopo esserci conosciuti per telefono ho iniziato questo bellissimo ed entusiasmante percorso didattico con Manuel tramite skype.

In appena sei lezioni mi si è aperto un mondo, un infinità di possibilità a me nuove, sia armonicamente che tecnicamente, I concetti affrontati sono tanti, dallo studio degli standard jazz alla tecnica espressiva nell’improvvisazione.

Ma la cosa più entusiasmante è avere di fronte un musicista che è prima di tutto una bellissima persona in grado di trasmettere la propria passione e di riuscire a tirar fuori il meglio di te, lasciando inalterata la propria identità. 

E’ e sarà per me un lungo percorso didattico, basato sulla fiducia e sulla professionalità di un maestro davvero unico. 

Oreste impiegato.

Ciao a tutti,

sono ormai più di due anni che conosco  Manuel e frequento i suoi corsi.

Incontrarlo è stata per me una fortuna oltre che un piacere e un privilegio.

Si, perché  un bravo insegnante deve saper trasmettere i concetti in maniera piacevole e comprensibile e Manuel è tutto questo e molto di più.

Si nota da subito la grande passione per il proprio lavoro,  si vede benissimo che ama quello che fa.

Per tutto questo e altro ancora devo dirgli GRAZIE.

Professionisti con queste caratteristiche valorizzano e arricchiscono il nostro sapere.

Se anche per voi imparare, o anche approfondire le conoscenze della chitarra jazz è importante, non abbiate dubbi: è la persona giusta.

Oreste Telesca, Impiegato

“…Altro bersaglio chitarristico centrato!!

Grazie di tutto, non e’ un caso se da quando studio con te riesco finalmente a raggiungere obiettivi!!

Dovunque staro’ e qualsiasi argomento studierò tu sei e sarai sempre il mio Maestro!”

Maurizio Iosa, Ingegnere (Parigi)

“Incontrare Manuel Consigli è una opportunità che non capita spesso! Quando succede puoi dirti fortunato!Un artista prima di tutto…..un grande artista! Difficile e restrittiva quindi ogni definizione che lo possa descrivere. Quello che ricevi è un universo costruito con tanta passione, sudore intelligenza ed energia.Una mente raffinata, colta e sensibile che  trasmette  gioia di suonare e  concretezza di insegnamento.Sotto la sua paziente guida si suona per davvero!!!!!!!! Grazie…..mille volte grazie!”   

Alberto Zanetti, Falegname, chitarrista e banjoista

Penso che incontrarlo sia stata una delle esperienze migliori della mia vita. Manuel ha scoperto come far progredire di giorno in giorno la mia “musicalità”, ha capito il mio modo di accostarmi con passione alla musica, la mia ferma intenzione di stabilire un approccio pratico allo studio, e mi ha insegnato a guardare con occhi diversi tutto ciò che fino ad allora avevo amato musicalmente. Insomma è stato l’incontro che ha permesso di liberare le mie doti migliori e farle navigare in un oceano infinito di suoni che tuttora non ho finito di conoscere. Sento che ho ancora tanto da imparare, e lui me lo ricorda sempre, ma il poco tempo che ho sempre avuto a disposizione, adesso ha un impiego diverso: ora ho addirittura un gruppo con il quale suono regolarmente esibendomi in pubblico.

Enzo Ascione, Chitarrista e armonicista

Le lezioni del maestro Manuel Consigli non sono solo lezioni didattiche! L’apprendimento con Manuel si allarga ad una dimensione conoscitiva di sé stessi nell’approccio con lo strumento e con la musica stessa! La sua guida è delicata, profonda e flessibile nel rispetto dei gusti, dei desideri e del bisogno tecnico reale dell’allievo, che a volte non ne è consapevole. Non ultimo la nitidezza e la raffinatezza del suono della chitarra di Manuel e la sua immensa creatività artistica lo rendono un maestro di prima classe! 

Silvia Martinoli, Musicoterapeuta

Ho avuto la fortuna di incontrare Manuel in un momento complicato della mia vita. E’ stato prima un Maestro e poi un amico. Manuel é un musicista fantasioso e sensibile, con un senso straordinario del ritmo e la capacità di rendere semplici le cose difficili. Credo che studiare con lui sia l’ideale per chiunque voglia aprire una porta verso la scoperta di nuove possibilità tecniche. Parlo da chitarrista classico che é riuscito grazia alle lezione di Manuel a cambiare modo di suonare. La sensazione che ho a volte é che Manuel mi abbia insegnato la strada per nuovo utilizzo della tecnica; più fantasioso e divertente.

Infine penso a Manuel come a un grande: Maestro e amico.

Guido Parazzoli, Imprenditore e regista

Quando ho incontrato il maestro Manuel Consigli, tre anni fa, ero intimorito dal Jazz. Mi piaceva il Jazz, mi piaceva anche l’idea di suonare Jazz, ma lo consideravo un genere troppo difficile, impossibile per me anche solo pensare di fare un solo su uno standard. Con le lezioni di Manuel ho scoperto una chiave di lettura per avvicinarmi alla mia musica. Certo, sono ancora abbastanza sano di mente per avere la certezza che non diventerò mai Wes Montgomery o George Benson o Jim Hall. So di non avere il loro talento, e neanche abbastanza tempo per sopperire alle ingiustizie della natura con tonnellate di esercizi spaccadita e studio full immersion, però ora so che posso suonare anche io la musica che ho dentro, fare del Jazz che esprima le mie capacità e i miei sentimenti. E soprattutto so che il percorso per migliorarmi come musicista è comunque piacevole, anche se il traguardo è un miraggio. Per questo, anche se non ho mai studiato quanto avrei voluto, anche se non mi sento mai pronto abbastanza, aspetto sempre con molta ansia il giorno della lezione con Manuel, perché alla fine, mal che vada, avrò suonato un po’ di più e avrò aggiunto un “mattoncino” al mio bagaglio di conoscenze musicali. E se va bene? Allora avrò suonato come mai prima di allora, e avrò sentito l’armonia tra note effettivamente suonate e quelle pensate. Grazie Maestro.

Massimo Murianni, Giornalista

Seguire le lezioni di Manuel Consigli è qualcosa che mi sento di consigliare a tutti, sia a chi come me erano anni che voleva avvicinarsi allo studio della chitarra jazz e da autodidatta non era riuscito ancora a trovare l’approccio e lo stimolo giusto, sia a chi è già più avviato su questa strada e vuole approfondire e districarsi meglio in questo mondo affascinante e complesso. 

Manuel è un maestro da cui c’è molto da imparare, sia da un punto di vista teorico che da un punto di vista tecnico. E’ anche e soprattutto un bravo maestro. E’ in grado di creare un clima favorevole all’apprendimento e all’espressione delle proprie capacità, focalizzando sulla persona. Imposta il percorso di didattico in un quadro più ampio e multidisciplinare fornendo nelle sue lezioni spunti e suggestioni che penso non avrei mai trovato in nessun altro corso di chitarra e che rendono le sue lezioni anche, un pò e senza presunzione, lezioni utili anche nella vita.

Antonio De Vito, Libero professionista

Manuel Consigli sta avendo la grande capacita’ di saper coniugare un metodo di insegnamento completo e rigoroso (sia tecnico, sia teorico) con la necessita’ di applicarlo alle mie esigenze, capacita’ e disponibilità di tempo, incoraggiando sempre ogni progresso. Cio’ che piu’ mi sta aiutando e’ l’approccio a 360 gradi alla musica e allo strumento, prendendo in considerazione tutte le precondizioni necessarie per una buona riuscita dello studio: stato d’animo, postura, necessita’ di rimuovere tutti i blocchi fisici e psicologici che impediscono la fluidita’ dell’esecuzione. A tutto questo si accompagna una amplissima conoscenza del repertorio jazzistico.

Aurelio Colosimo, Ingegnere

Dopo aver acquistato il metodo “Studi Didattici Per Chitarra Jazz”ho avuto il piacere di conoscere direttamente il curatore del metodo con il quale ho iniziato gli studi di chitarra jazz.Le lezioni di chitarra con Manuel Consigli sono davvero belle e interessanti, si nota la sua attenzione e la sua esperienza quando spiega il materiale didattico in modo esauriente in tutti i particolari non solo tecnici dello strumento. Consiglio a tutti di acquistare il metodo che trovo veramente interessante. Grazie Manuel!

Lello Califano, (batterista professionista, chitarrista, compositore, insegnante)

Ho studiato un solo anno con il maestro Manuel Consigli quando avevo circa 10 anni, è stato il mio primo insegnante di chitarra “ufficiale”. Mi ha fatto scoprire come poteva essere facile approcciare una musica cosi spesso ostica come il jazz. Ha fatto nascere in me una grande curiosità per il genere e per alcune possibilità dello strumento.In un anno ho imparato tantissimi accordi e alcune delle canzoni del repertorio jazz- bossa nova più belle e caratteristiche. Nonostante la mia “tenera” età Manuel è riuscito a mantenere in me una costanza nello studio e nella curiosità che ha permesso l’inizio di un percorso durato anni che mi ha portato ad esercitare la professione di musicista e insegnante.

Non sapevo leggere la musica ma Manuel è riuscito a darmi i primi rudimenti della lettura e molto invece me l’ha saputo trasmettere suonando con me, giocando anche con i brani. Il suo metodo con un bambino come me si sviluppava dall’imitazione dell’insegnante sino alla composizione di melodie alternative (quasi dei primi assoli) su celebri standard. Direi niente di meglio per un ragazzino di 10 anni che del jazz conosceva nulla e che ha iniziato il suo percorso divertendosi ma imparando molto in un solo anno.

Alessandro Usai, Chitarrista jazz, Primo classificato al “Premio Massimo Urbani 2010”

Ho cominciato a studiare con te da qualche mese, dopo un periodo piuttosto lungo di “inattività musicale” dovuta alla routine della vita, impegni di lavoro, familiari – insomma, tutto quello che di solito capita a noi dilettanti amatori non più giovanissimi.

Vorrei ringraziarti profondamente perché, già in questo breve periodo mi hai dato una straordinaria serie di spunti, idee, e indicazioni che non solo hanno migliorato la qualità della mia musica, ma soprattutto hanno riacceso una grande passione. 

Ogni volta che prendo in mano la chitarra è una vera gioia – e anche se il risultato non è nient’altro che quello di un dilettante –,  le strade che mi aiuti ad esplorare sono affascinanti e mi ricordano che c’è ancora un intero mondo da scoprire.

Grazie Manuel – spero di poter continuare a imparare da te!

Federico Provinciali, Libero professionista

Manuel Consigli è un maestro di chitarra in grado di spiegarti la musica a qualsiasi livello, che tu sia alle prime armi o sia già un musicista esperto e preparato, è in grado di rapportarsi sempre nel modo migliore con l’allievo portandolo ad intraprendere un discorso personale con l’obiettivo di potersi esprimere al meglio ed in maniera personale quando si suona.

Da quando ho iniziato a studiare con lui meno di un anno fa sento di essere migliorato tantissimo, non solo da un punto di vista tecnico e teorico, ma anche da un punto di vista più profondo che è quello dell’esprimersi al meglio e sempre in maniera personale quando si suona, dando sempre un senso a tutto quello che suono e senza cadere nella routine di frasi fatte.

Consiglio a chiunque senta il bisogno di migliorarsi, che sia da un punto di vista tecnico, teorico e non, di iniziare un percorso con Manuel Consigli, in modo da poter migliorare su tutti gli aspetti di quello che è un meraviglioso e vasto mondo musicale.

Luca Orciuoli, Chitarrista
Daniele Caputo

Sono in pensione da alcuni anni e suono la chitarra da quando ero poco più che adolescente. Pur avendo una formazione classica ho sempre ascoltato con attenzione, interesse e rispetto gli altri stili musicali.
Da due anni circa frequento i corsi di Manuel Consigli a Milano constatando la differenza di approccio tra ciò che avevo studiato prima e ciò che studio adesso.

Sono passato dal dover “interpretare” musica a “creare”musica.
Molti sono gli argomenti e gli aspetti trattati durante le lezioni di Manuel, un insieme di “ingredienti” utili allo sviluppo della propria musicalità che consentono di poter organizzare un percorso di studio efficace e di “consapevolezza”.

Daniele Caputo, Chitarrista